Attestato di idoneità tecnica al servizio antincendi

Quesiti 251-300

I quesiti sono organizzati per gruppi di 50. Utilizzare il menu di pagina per visualizzare gli altri gruppi (quesiti da 51 a 100, da 101 a 150, …).

L’ordine di visualizzazione dei quesiti del gruppo viene modificato ogni volta che si ripete il test. Questo permetterà di memorizzare meglio se le affermazioni sono Vere oppure False.

0

Antincendio – Quesiti VeroFalso 251-300

1 / 50

Il fumo è un prodotto della combustione che determina la diminuzione della temperatura.

2 / 50

Il combustibile, il comburente e l’innesco fanno parte del triangolo del fuoco .

3 / 50

Mancando uno degli elementi del triangolo del fuoco, si ha sempre l’incendio.

4 / 50

L’anidride carbonica (CO2) è efficace su fuochi che interessano le apparecchiature elettriche

5 / 50

Le polveri estinguenti non danneggiano le apparecchiature delicate.

6 / 50

Il fumo è causa di propagazione dell’incendio.

7 / 50

Una sostanza si dice tossica quando allo stato liquido emette vapori infiammabili.

8 / 50

Gli estintori portatili pesano almeno 50 Kg.

9 / 50

L’autorespiratore protegge dal calore.

10 / 50

Le sostanze comunemente utilizzate per spegnere un incendio sono: acqua, sabbia, polvere chimica, anidride carbonica(CO2), schiuma, idrocarburi alogenati.

11 / 50

L’estintore deve essere verificato ogni otto mesi

12 / 50

Per l’estinzione degli incendi si adotta il seguente principio: spegnere sempre con acqua o sabbia.

13 / 50

Il combustibile solido prima di ardere deve essere ridotto a piccoli pezzi.

14 / 50

I gas che si sprigionano a seguito di un incendio dipendono principalmente dalla composizione chimica dei combustibili.

15 / 50

L’incendio di norma viene suddiviso in due fasi: a) Fase iniziale o ignizione; b) Fase finale o estinzione.

16 / 50

I prodotti del processo di combustione sono: fiamma ,calore, gas caldi, fumi.

17 / 50

Sull’estintore di tipo approvato devono essere riportate le date delle revisioni effettuate.

18 / 50

L’impianto idrico antincendio è costituito da: alimentazione, rete idrica e idranti o bocche da incendio.

19 / 50

In prevenzione incendi le misure protettive riducono le occasioni d’incendio.

20 / 50

Gli impianti di spegnimento automatico possono essere sia ad “umido” che a “secco” .

21 / 50

Il combustibile solido prima di ardere deve essere riscaldato fino a diventare di colore rosso.

22 / 50

Gli estintori portatili devono essere utilizzati da almeno due persone contemporaneamente.

23 / 50

Le polveri estinguenti non sono irritanti per le vie respiratorie.

24 / 50

Gli elementi che costituiscono il triangolo del fuoco sono: il combustibile e la temperatura.

25 / 50

L’estintore deve essere ubicato in posizione facilmente raggiungibile.

26 / 50

L’odore caratteristico dell’ossido di carbonio è simile all’odore di zolfo.

27 / 50

Gli idranti interni UNI45 devono essere posti in posizione tale che il getto possa raggiungere ogni punto del fabbricato.

28 / 50

Gli idranti interni UNI45 devono essere posti in posizione tale che il getto possa raggiungere soltanto le aree a maggior rischio d’incendio.

29 / 50

Affinché l’uso dell’estintore sia efficace indirizzare il getto verso la base del focolaio.

30 / 50

Il metano ha una densità rispetto all’aria superiore a 0,8.

31 / 50

L’impianto idrico antincendio è costituito da: estintori portatili e carrellati.

32 / 50

Per l’estinzione degli incendi si adotta il seguente principio: attendere che le fiamme si abbassino e usare l’acqua.

33 / 50

Gli elementi che costituiscono il triangolo del fuoco sono: il combustibile, il comburente e la temperatura.

34 / 50

I fumi di un incendio sono formati da piccolissime particelle solide (aerosol) e liquide (nebbie o vapori condensati).

35 / 50

L’anidride carbonica (CO2) normalmente è solida.

36 / 50

Una sostanza si dice tossica quando la sua azione è tale da compromettere le funzioni o l’esistenza di un organismo.

37 / 50

Il combustibile solido prima di ardere deve distillare, per effetto del calore, vapori infiammabili.

38 / 50

Affinché l’uso dell’estintore sia efficace porsi contro vento.

39 / 50

In prevenzione incendi le misure protettive contengono le conseguenze dell’incendio.

40 / 50

L’acqua non deve essere utilizzata per spegnere incendi che interessano apparecchiature elettriche in tensione.

41 / 50

I liquidi infiammabili di categoria A hanno il punto di infiammabilità compreso tra 21°C e 65°C.

42 / 50

L’anidride carbonica (CO2) è un gas che esce dalla bombola a temperatura ambiente.

43 / 50

Affinché l’uso dell’estintore sia efficace indirizzare il getto sulla sommità delle fiamme.

44 / 50

Alcune polveri estinguenti sono efficaci su tutti i tipi di fuochi

45 / 50

In prevenzione incendi le misure protettive riducono le occasioni di incendio e contengono le conseguenze.

46 / 50

L’autorespiratore protegge dai gas di combustione.

47 / 50

Il comburente è la sostanza che permette al combustibile di bruciare.

48 / 50

L’acqua può essere utilizzata per spegnere qualsiasi tipo d’incendio.

49 / 50

Caratteristica fondamentale della rete idrica antincendio è quella di dare la massima affidabilità in ogni momento.

50 / 50

L’acqua è efficace soprattutto su fuochi di classe A (materiale solido combustibile).

Il tuo punteggio è

0%